Andiamo in Uruguay Giovani

 

Lettera di Lina VESCIO

 

Mie carissime amiche, è con grande gioia che vi scrivo.

Sono Lina della Calabria una delle tante Mamma Margherita.
Credo che Miranda vi ha spiegato perchè non ho scritto prima, però come si suol dire meglio tardi che mai.

Mie carissime il primo gruppo è nato il 1993 a Nocera Terinese che tra l'altro è il mio paese natio e in cui vivo.
Successivamente ne sono nati altri. Qualcuno svolge ancora il volontariato altri con mio enorme dispiacere si sono persi strada facendo.
Penso che essere generosi sia una gioia, perchè la generosità se è fatta con
amore ci viene ricambiata in mille modi. Io credetemi, ho iniziato non sapendo fare nulla. Sapevo solo ridere e parlare, ma mi accorgevo che contagiavo le persone, le facevo ridere. Il gruppo continua a sgridarmi perchè non riesco a far bene niente.. e in questo modo comunque andiamo bene avanti. Non c'è giorno che non penso ai poveri,agli ammalati, agli sfortunati, ai nostri missionari e mi viene un pò di tristezza pensando che potrei essere io uno di quelli. Quando preparo la tavola, faccio da mangiare mi vergogno un pò e allora un piccolo sacrificio, un piccolo gesto è poco però loro sentono la nostra vicinanza e sentono di non essere soli, avvertono che qualcuno gli vuole bene e si accontentano veramente di poco. A nome loro vi dico grazie e non vi scoraggiate andate avanti. Miranda tu sei mamma pensa a questi figli lontani. Jolanda,Luisa,
Annalisa, Arianna sento che il vostro cuore è grande. Come diceva il Papa: aprite le porte a Cristo non abbiate paura,voi lo avete già fatto,lasciatele aperte.
Maria la nostra Mamma del cielo vi protegga… vi abbraccio Lina Vescio